Lo crisantemo

La gelida fermezza ancora una volta
ad impedirmi ogni iniziativa
lo lancio di sguardi,
ma nient’altro
non una parola
possibile che non riesca
possibile che non abbia mai
quella sfrontata follia
quella gioiosa sfacciataggine
possibile che preferisca aspettare
di vederla sparire
piuttosto che rivolgerle
una futile parola
forse non tanto lo diniego,
ma la più terribile paura dello sì
mi gela
quella giusta
solo quella giusta
romperà ogni indugio
e la chioma dello fiore mio vicino
mi si palesa nel color suo naturale
rosso crisantemo.

Angelo
(24-Luglio-2013)

Torna all’Home

Cuori neri

La cattiveria umana non ha limiti
può essere di una profondità inaudita
fagogitare ogni raggio di gioia.
I più infimi sono i cuori neri
pompano il sangue in senso inverso
lo aspirano dalle persone vicine
fino a renderle esanimi
esauste, sfinite, avvilite
senza per questo
intingersi di rosso.
Cuori neri
irremovibili
indifferenti
cuori neri
creati dall’umana follia
che solo l’amore folle
intingere può di rosso
donando loro
un’umana parvenza,
ma solo col rosso
del proprio sangue
donato da chi
un giorno
l’ha amati lo stesso.

Angelo
(27-Aprile-2017)

Torna all’Home

il soffio

E’ il soffio tra le parole e il silenzio
non grido di gioia
non gemito di dolore
è un soffio più profondo
sommerso
dal quale non emerge nessun suono.
Parole che affiorano confuse,
ma si dissolvono
non appena emergono,
bollicine che si liberano dall’acqua
ed esplodono silenziose in aria.
Poi,
quando i pensieri prendono voce
pur non essendoci nessuno intorno
il suono diventa chiaro,
ma il senso disperso
in aria
da quel soffio.

Angelo
(25-Gennaio-2018)

Torna all’Home