Tempesta

Punte di mano
sfiorano
scappano
dal brivido
rincorse
come nuvole dal vento
raggiunte
quando ormai ferme
afferrano con mano piena
stringono
strizzano
incredule
quella nivura nube
racchiusa tra mani
carica d’emozioni
da voler solo alleggerire
se stessa
lasciandosi andare
scatenando la tempesta
annunciata da quei battiti
resi sempre più forti
e da mani come lampi
che danno luce e forma
esplorano e avvolgono
in quel tenero abbraccio
tempesta d’amore.

Angelo
(13-Aprile-2019)

Torna all’Home

Per te…

Il mio amore per te…
Pensavo fosse condivisione
pensavo fosse complicità
pensavo fosse tenerezza
pensavo fosse intesa e unione
pensavo fosse anche sacrificio,
ma soprattutto desiderio e passione.
Pensavo non si dovesse
pensar troppo
e che il vero amore
fosse desiderio d’un tuo bacio
anche dopo averlo appena avuto.
Pensavo di non aver provato
ancora mai nulla
e che amor più dolce
amor più intenso
amor più amore
fosse solo nei sogni,
ma se quel sogno sei tu
baciami piano nel sonno
mentre bisbigli che m’ami!

Angelo
(13-Febbraio-2019)

Torna all’Home

Rosso

Mercato della carne
vetrina del fallimento
dell’umana civiltà
dove singoli piaceri
della maschile solitudine
si fondono
a stretti vicoli
dalle facili entrate
per placar la fame
di coloro
lo cui marcio desiderio
dello solo corpo
spinge a cercare
tra fumi e alcol
tra canali e vicoli
i frivoli piaceri
altalena nel dolore
nello frenetico mercato
ridente prigione
di false libertà.

Angelo
(12-Marzo-2017)

Torna all’Home

Lo posto sul prato

No,
non mi sono perso
poiché può perdersi
solo colui che ha una meta.
Continua inesorabile
lo lento trascinarsi
dello corpo mio esausto
camminando
ancora e ancora
fino a quando le gambe
solcano la via percorsa
per li pesanti piedi
ormai conficcati come aratri
nella generosa carne della terra.
Vorrei un prato sul quale sedermi
e che qualcuna m’invitasse al suo fianco
avendomene riservato lo posto.

Angelo
(27-Luglio-2013)

Torna all’Home